intestazione

Missione del DiT-BeCS

La missione generale del “Distretto regionale delle tecnologie dei beni culturali e della città sostenibile” (DiT-BeCs), è identificata come segue

 “Costituzione e rafforzamento di sistemi di ricerca, innovazione, impresa e lavoro di qualità, con una varietà di prodotti e servizi,vincenti anche su mercati e filiere produttive internazionali, ma che si radicano in capacità e identità locali, facendo leva su:

  1. un patrimonio culturale e paesaggistico di ricchezza eccezionale che ha espressioni di grande rilievo a varie scale urbane e rurali;
  2. capacità di ricerca presenti con punte di eccellenza e rapporti con le imprese in molti aspetti dei processi di valorizzazione dello stesso patrimonio;
  3. un saper fare raffinato da un confronto vivo col patrimonio culturale e sostenuto da moderne capacità artigiane e manifatturiere in distretti industriali e simili;
  4. una tradizione toscana del buon vivere dei luoghi in cui i beni culturali non sono oggetto di mero consumo e vendita, ma contribuiscono alla cultura, alla creatività e alla qualità delle esperienze di lavoro, di consumo e civili, ovvero alla qualità della vita in senso lato.”

 DiT-BeCs è incluso nelle politiche della Regione Toscana dei Poli di innovazione e dei Distretti tecnologici regionali. Il Distretto tecnologico assorbe dal lato dei servizi un Polo di innovazione, ma sollecita riproduzione e allargamento di basi di conoscenza, competenza e imprenditorialità, per proficue ricadute di lungo periodo dei sistemi produttivi e sociali connessi allo stesso campo. POLIS oltre a fornire la segreteria tecnico e organizzativa del Comitato del Distretto, organizza il contatto e il coinvolgimento delle imprese in progetti di ricerca congiunta anche collegati alle grandi linee strategiche del Distretto.

Joomla 2.5 Templates designed by Web Hosting Reviews